giovedì 23 settembre 2010

Come migliorare il nostro rapporto con i soldi

Un interessante ed utile articolo che fornisce degli spunti utile per avere un rapporto sano col denaro.


A cura di Laura Losito
Le preoccupazioni finanziarie sono sempre in cima alle classifiche che indagano le ansie più diffuse dei nostri tempi. Da un lato c'è la crisi economica, la precarietà del lavoro, l'aumento costante dei costi di certi prodotti e servizi; dall'altro ci sono i media che ci convincono della totale imprescindibilità di certi acquisti o di un certo stile di vita. E' davvero difficile instaurare un rapporto sano con i soldi; eppure basterebbe entrare nell'ottica di condurre una vita semplice, allontanando le proprie aspirazioni dalle "cose".

Pensiamoci: i ricordi felici ci danno immensamente più piacere degli acquisti di oggetti materiali. Inoltre, le esperienze favoriscono i rapporti sociali, che a loro volta assicurano una felicità molto più duratura rispetto ad una cintura gridata. Semplicemente passeggiando per la nostra casa, potremmo accorgerci che una buona parte dei nostri oggetti sono inutilizzati e non ci interessano per davvero: e magari sono proprio quelle cose per cui abbiamo sospirato per mesi e risparmiato con tenacia.

In realtà, ogni volta che acquistiamo qualcosa dovremmo chiederci perché la desideriamo così tanto: perché supporta una nostra passione o hobby o solo per impressionare gli altri? Per aiutare una persona che ne ha bisogno o perché siamo invidiosi di chi la possiede già? Perché è effettivamente necessaria alla nostra vita di ogni giorno o perché siamo stati sedotti dalla pubblicità in televisione? Perché rende la nostra vita più semplice o semplicemente perché siamo annoiati? Spesso le motivazioni che ci spingono ad acquistare un oggetto o un servizio non sono abbastanza valide per giustificare il fatto che non possiamo permettercelo, o che quei soldi potrebbero essere destinati a qualcos'altro, che ci darebbe molta più soddisfazione e più a lungo termine.

Questo "qualcosa" può essere anche, semplicemente, risparmiare. Prendiamo l'abitudine di mettere via una piccolissima parte del nostro stipendio appena arriva la busta paga. Risparmiare, anche solo un minimo, ci aiuterà a farci sentire più sicuri e più felici.

Cerchiamo di suddividere le spese il più possibile: paghiamo volta per volta le bollette, l'aiuto per le pulizie, le lezioni in palestra, in modo da non dover sostenere una spesa eccessiva tutta in una volta, magari in un brutto momento. Il fatto di non avere debiti arretrati ci renderà inoltre immensamente più sereni.

Lo stesso effetto si ottiene diventando più generosi verso gli altri. Se non siete abituati vi stupirete: acquistare un pensierino a nostra madre o per un'amica può in parte soddisfare la nostra smania di comprare, e ci farà sentire bene, molto più di quando acquistiamo qualcosa per noi stessi.

Eliminiamo inoltre dalla casa tutto quello che non stiamo utilizzando: è superfluo vivere in una cucina piena di elettrodomestici e set di pentole se non cuciniamo mai; e anche tenere in salotto lo step e la cyclette che usiamo una volta all'anno solo per sensi di colpa. Circondiamoci solo delle cose che utilizziamo davvero; una casa più sgombra ci aiuterà anche a fare spazio nella nostra mente.

La stessa cosa vale per l'armadio: semplifichiamoci la vita tenendo a portata di mano solo gli abiti che usiamo di più, potremmo accorgerci che sono sempre gli stessi e che quindi una seduta di shopping settimanale appare un tantino eccessiva. E una volta che avremo smesso di far dipendere la nostra felicità dal denaro e dagli acquisti, potremmo stupirci di quanti soldi in più ci ritroveremo per le mani.

Fonte: GirlPower

Nessun commento: